FC Sassari Torres Femminile, Mario Desole è il nuovo allenatore. Budroni: “È il nome giusto per questa squadra”

SASSARI – Novità importanti in casa FC Sassari Torres Femminile: la società ha deciso di affidare la guida tecnica a Mario Desole, svincolato dopo gli ottimi quattro anni passati con la Torres C5.

Benvenuto alla FC Sassari Torres Femminile. Dopo l’esperienza con il calcio a 5 è arrivata l’opportunità di guidare la gloriosa squadra rossoblù.  
“È un’occasione che sicuramente non mi aspettavo in questo momento. Sono molto contento e felice di questa opportunità che mi sta concedendo il presidente Andrea Budroni. È stata una chiamata molto gradita sia per la storia di questa società, sia perché guidare l’FC Sassari Torres Femminile è un discorso che avevo lasciato in sospeso qualche anno fa.”

In riferimento al passato, per te è quasi un ritorno visto che alcuni anni fa potevi allenarla.
“È una seconda chance e non vedo l’ora di iniziare. Mi piace stare sul campo e spero di iniziare questa avventura nel migliore dei modi.”

Perché hai accettato questa sfida?
“Perché mi piacerebbe contribuire a far crescere il movimento femminile a Sassari. Il calcio in rosa nella nostra città ha sempre avuto un’importanza rilevante a livello nazionale, vorrei cercare di dare il mio contributo per ottenere dei risultati importanti uniti alla crescita delle ragazze che avrò a disposizione.”

Il campionato è alle porte e c’è poco tempo a disposizione: quali saranno i princìpi fondamentali della tua nuova avventura?
“Non conosco ancora la squadra e cercherò di capire le esigenze delle ragazze in campo. Sicuramente vorrò tirar fuori quelle che sono le loro qualità. Ho a disposizione 8 allenamenti per capirle e conoscerle meglio.”

Queste le dichiarazioni del presidente Andrea Budroni.

Ben ritrovato Presidente. Perché è stato scelto Mario Desole? 
“Il mister Mario Desole è la scelta giusta per l’FC Sassari Torres Femminile. Siamo un club importante e blasonato a livello nazionale ma solo con il nome non si vincono i campionati: ci vogliono competenze, esperienza e maturità calcistica, qualità importanti ed essenziali che il mister possiede e siamo contenti di averlo. Stiamo parlando di un mister di caratura che ha già allenato a livello nazionale e sa cosa significa affrontare questa realtà. Siamo contenti che abbia accettato. Per noi era necessario dare a questa squadra un nome importante, è questa la differenza tra un mister locale e un mister che ha calcato palcoscenici importanti. Porterà entusiasmo ed esperienza sul campo.”

Che cosa si aspetta dal nuovo mister? 
“Le aspettative sono quelle di fare bene e di gettare le basi per il futuro. Parliamo di un progetto pluriennale che dovrà essere sviluppato. Oltre a questo, teniamo molto che il nome Torres Femminile sia sempre menzionato e ricordato con onore e col rispetto delle regole.”

Stefano Migheli – www.sassaritorresfemminile.it


Comunicato 05-2018:19

Condividi

Related Post