Torres Femminile premiata dalla LND per la campagna sul bullismo. Presidente Budroni e capitan Congia: ”Onorati ed orgogliosi per il prestigioso riconoscimento”

ROMA – L’FC Sassari Torres Femminile continua a regalare emozioni anche fuori dal campo. La società sassarese è stata premiata in occasione dei 60 anni della Lega Nazionale Dilettanti, riunitasi nella giornata di mercoledì con una premiazione-evento organizzato a bordo della nave “Sinfonia” di MSC Crociere, attraccata per l’occasione al porto di Civitavecchia. Lustro e onori per la gloriosa società rossoblù, la più titolata d’Italia, premiata per l’impegno sociale nella lotta per il bullismo con un pallone d’oro e una pergamena. Nel giorno del massimo festeggiamento della LND, la Torres Femminile è stata posta al centro dell’evento come un fiore all’occhiello, non solo per i complimenti sportivi ricevuti dallo stimatissimo Renzo Ulivieri, attuale tecnico del Pontedera Femminile che ha espresso giudizi lusinghieri nei confronti delle rossoblù, ma soprattutto per i princìpi che la società sassarese sta mettendo a disposizione dell’intero territorio nazionale con le proprie campagne sociali. La premiazione voluta dalla LND ha posto l’accento sulla Torres Femminile con una grandissima evidenza e valenza sportiva e sociale, poiché in questi anni sta contribuendo in maniera importante a sensibilizzare lo sport verso tematiche di grande attualità che non riguardano solo il campo. La Torres Femminile è stata la prima e unica in Italia ad esporre il progetto del ”Bullismo #InFuorigioco” ed è stata l’unica ad essere premiata su 13mila società tesserate in tutto il territorio nazionale.

Alla presenza delle più importanti cariche del calcio italiano, dai presidenti di B e Lega Pro Balata e Ghirelli, dal presidente dell’AIA e AIAC Nicchi e Ulivieri, compreso il presidente del Settore tecnico Rivera e gli ex presidenti federali Abete e Tavecchio, coadiuvati dall’intero Consiglio Direttivo LND e dal presidente Cosimo Sibilia, dal presidente del Calcio Femminile Sandro Morgana oltre che dalla gradita presenza della Miss Italia Carlotta Maggiorana, il presidente Andrea Budroni e il capitano Valentina Congia sono stati premiati per l’impegno sociale che da sempre ha contraddistinto i valori e i princìpi della società sassarese. La campagna di informazione e sensibilizzazione “Io Mando Il Bullismo #InFuorigioco” ha reso protagoniste le rossoblù negli ultimi due anni con incontri nei vari comuni dell’hinterland sassarese e sui vari campi d’Italia prima di ogni partita. Le atlete rossoblù sono tutt’oggi portatrici di un messaggio importante che riguarda un problema sociale molto grave ed esteso soprattutto nelle scuole, dove siamo riusciti a raggiungere circa 2000 ragazzi con il nostro impegno in questo importante ambito. L’impegno della Torres Femminile è rivolto non solo ai ragazzi ma anche alle famiglie e agli stessi bulli, agli enti preposti e a tutte le istituzioni riguardo all’informazione, alla sensibilizzazione e all’eliminazione di un fenomeno che deve essere riconosciuto e arginato prontamente sia nella vita di tutti i giorni sia sui social network (alias cyberbullismo, sempre più diffuso negli ultimi anni nell’era di Internet).

Al termine della cerimonia di premiazione, il presidente Andrea Budroni ha rilasciato queste parole: “La Torres Femminile, ancor prima che la Juventus entrasse nel calcio femminile, rappresentava la massima esponente del calcio in rosa con una bacheca di tutto rispetto comprendente trofei importantissimi: 7 Scudetti, 8 Coppe Italia e 7 Supercoppe Italiane, senza dimenticare le partecipazioni in Champions League fino all’edizione 2013-2014. La rinascita della società è avvenuta nel 2016 insieme ad un gruppo di amici, grazie ai quali abbiamo ricostituito la società racimolando i cocci del cocente fallimento. Insieme l’abbiamo riportata verso un campionato molto più importante di rilevanza nazionale, segno che c’è la volontà, in futuro, di ripercorrere le orme del passato. Questo non ci ha fatto dimenticare da dove siamo venuti e in attesa di vincere il prossimo scudetto vogliamo goderci le gioie di uno scudetto dell’ambito sociale: portiamo avanti una serie di progetti importanti e abbiamo a cuore, tra gli altri, la piaga del bullismo, fenomeno che stiamo cercando di arginare il più possibile con le nostre iniziative insieme a tante istituzioni ed enti importanti. In maniera vincente e concreta, insieme al professor Manolo Cattari, abbiamo parlato alle vittime del bullismo e ai bulli e come si può venire fuori tutti insieme come una vera squadra, una metafora della partita della domenica dove ci si aiuta per cercare di uscirne vincitori. Questa è la nostra bandiera sociale che sventoliamo tutto l’anno e che ci sta dando grosse soddisfazioni da anni. Questa lotta l’abbiamo proposta dall’anno scorso attraverso il filone #InFuorigioco e la stiamo riproponendo anche in questa stagione insieme a tutti gli enti preposti che possono aiutarci. Vogliamo debellare questo fenomeno sociale e vogliamo sensibilizzare coloro che sono state vittime a reagire; è importante riconoscere e far emergere il fenomeno e parlare dei bulli, magari parlare anche con loro perché anch’essi possono essere delle persone che soffrono e che vanno aiutate.”

Queste le dichiarazioni di capitan Congia: “Sono orgogliosa di aver ricevuto l’invito per partecipare a questa manifestazione, per me è stato molto importante essere qui come capitano della Torres Femminile. Siamo onorate di aver ricevuto questo premio che ci rende fiere del nostro ruolo di ambasciatrici sociali, è stato emozionante e ci impegneremo ancora di più non solo sul bullismo ma anche per le altre campagne di sensibilizzazione sociale. Siamo felici del riconoscimento e dell’accoglienza ricevuta nella cerimonia tenutasi sulla nave da crociera ”Sinfonia”, è stato un piacere e un onore aver conosciuto alcune figure di spicco del calcio italiano e questa gratificazione ci darà ulteriori stimoli per continuare a fare bene non solo sul campo ma anche nel sociale.”

Stefano Migheli – www.sassaritorresfemminile.it

Condividi

Related Post